Logo Cornettificio Fiorito cerca nel sito

Non usiamo coloranti né conservanti

Non usiamo grassi idrogenati e O.G.M.

Non usiamo monodigliceridi degli acidi grassi

Usiamo confetture di frutta con il 62% di frutta

Usiamo latte intero “alta qualità”

Usiamo solo il burro della tradizione

Usiamo uova fresche di cat. A omogeneizzate e pastorizzate

Usiamo farina tipo “00” con macinatura tradizionale

Usiamo lo zucchero bianco ricavato dalla barbabietola

Lavoriamo con l' “ECCELLENZA ARTIGIANA”

Nel mondo del cornetto da oltre 20 anni

 


Ricette di cucina

1 Ricette di lievitati

1.1 Babà al rum

1.1.1 Introduzione

1.1.2 Preparazione

1.1.3 Consiglio

1.2 Brioches

1.3 Casatiello napoletano

1.4 Crackers

1.5 Friselle alici e pomodoro

2 Ricette di dolci

2.1 Crepes dolci e salate

2.2 Pan di Spagna

2.3 Tiramisù

3 Ricette di taralli

3.1 Taralli semplici e al finocchietto

3.2 Taralli con mandorle e pepe

3.3 Taralli glassati

Ricetta del Babà al rum

 

Introduzione

babà al rum

Babà al rum

babà

Babà

Nonostante la cucina napoletana rivendichi questo buonissimo dolce come proprio, in realtà il babà è originario della Polonia e può vantare persino natali regali.
L'inventore del famosissimo babà è infatti il re, o meglio lo zar di Polonia Stanislas Leczynski che, essendo un gran gourmet si dilettava ad inventare sempre nuovi piatti.
Sembra che il sovrano non amasse particolarmente il kugelhupf, un dolce tipico polacco che egli trovava troppo asciutto anche se veniva servito accompagnato da una sorta di salsa a base di vino Madera, zucchero e spezie; a dire il vero lo trovava talmente asciutto che neppure lo mangiava più!
La leggenda della nascita del babà narra che un giorno Stanislas, stufo dello stucchevole dolce, l'abbia scaraventato dall'altra parte della tavola dove per puro caso si trovava una bottiglia di rhum.
Il dolce liquore rovesciandosi sul babà emanò un profumo tale che lo zar, dopo averlo assaggiato se ne innamorò e, essendo un lettore appassionato de "Le mille e una notte" lo chiamò Alì Babà , come un famoso personaggio di questi racconti.
Dalla corte del sovrano il babà venne esportato poi in Francia, a Parigi, con il solo nome di babà e da qui, fu poi esportato a Napoli dai cosiddetti "monsù" che prestavano i loro servigi presso le nobili famiglie partenopee.

 

Preparazione

fase 1 per la preparazione del babà al rum

Fase 1

Per preparare il babà, la prima cosa da fare è sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido assieme a due cucchiaini di zucchero (1) mescolando per qualche istante con un cucchiaino: attendete poi qualche minuto, fino a quando vedrete affiorare della schiuma in superficie. Mettete nella tazza di un robot da cucina (munito di gancio per impasti) la farina, aggiungete le 4 uova sbattute (2) e in seguito il composto di lievito (3), assicurandovi che gli ingredienti vengano amalgamati lentamente. Lavorate per bene la pasta fino a renderla liscia e senza grumi.

fase 2 per la preparazione del babà al rum

Fase 2

Nel frattempo mischiate il burro ammorbidito assieme al restante zucchero (4-5) e unitelo poco per volta al composto nel robot (6), aumentando la velocità.

fase 3 per la preparazione del babà al rum

Fase 3

Otterrete un composto piuttosto morbido che verserete in una ciotola precedentemente spennellata con del burro (7). Coprite la ciotola con la pellicola e lasciate lievitare l'impasto in un luogo tiepido per un'ora e mezza (8). Mettete quindi l'impasto ottenuto in 12 formelle dell'altezza di 6 centimetri e 4,5 centimetri di diametro precedentemente unte di burro (9).

fase 4 per la preparazione del babà al rum

Fase 4

Riempite le formelle fino alla metà e lasciate lievitare ancora per 20 minuti (10); infornate quindi i vostri babà in forno già caldo per 20 minuti: a 200°C per 10 minuti e a 180°C per i restanti 10 minuti. Sfornate i babà e lasciateli raffreddare (11-12).

fase 5 per la preparazione del babà al rum

Fase 5

Nel frattempo preparate lo sciroppo facendo bollire per un paio di minuti l'acqua con 500g di zucchero e aggiungete la quantità di rhum che preferite. Una volta pronto lo sciroppo immergeteci i babà che impregnandosi di bagna aumenteranno di volume. Fate sciogliere i due cucchiai di confettura di albicocche in un pentolino con un cucchiaio di acqua e poi spennellatela sui babà, in questo modo otterrete dai babà lucidi e molto invitanti.

 

Consiglio

Per i più golosi si consiglia di guarnire il babà con panna e frutta fresca come fragole o ciliegie. Chi invece preferisce che i babà abbiano un intenso sapore di rum, dopo averli spennalati con la confettura potete versarcene sopra dell'altro.
Alla bagna invece del rum si può aggiungere il limoncello.
Se invece non gradite l'alcol e volete far assaggiare i babà anche ai bambini potete insaporire la bagna con l'aroma al rum, che non è alcolica oppure con dell'aroma al limone.
P.s. I babà si mangiano rigorosamente con le mani, senza l'ausilio di posate!!


Sito compatibile con: Internet Explorer 10, Google Chrome 25.0, Mozilla 19.0, Safari 5.1, Opera 12.14